Sant Joan, Barcellona tra festa e fuochi

Sant Joan, Barcellona tra festa e fuochi

Sant Joan, a Barcellona, significa festa e fuochi d'artificio durante tutta la notte del 23 di giugno. Con i bambini può essere divertente celebrare il solstizio d'estate, ma bisogna essere preparati.

La cultura catalana è una grande appassionata di fuochi d'artificio, petardi, scintille, fiamme e falò. Infatti, anche quest'anno, la notte del solstizio d'estate è stata esplosiva nel vero senso della parola. Già da qualche giorno prima, per tutta Barcellona, si sentivano i primi botti che sono andati via via aumentando di frequenza e intensità fino a culminare in una specie di scoppiettio continuo come in un Capodanno degno della fama di quello napoletano.

La tradizione vuole che si dia inizio alla notte di Sant Joan con l'accensione della Fiamma del Canigó in Plaça Sant Jaume, con tanto di orchestrina e gegants (giganti), che sono una figura folclorica sempre presente nelle feste popolari di Barcellona, come ad esempio nella bellissima Festa della Mercè a settembre. 

Anche i bambini partecipano a questo evento che si svolge proprio nel pomeriggio per dar modo ai piccoli di partecipare alla festa più scoppiettante dell'anno. Anzi, non è raro vedere famiglie che fanno scoppiare i petardi ai bambini nelle piazze e vie anche affollate. Si tratta di una sorta di iniziazione ai fuochi, come li chiamano qua.

A Plaça Espanya, si può festeggiare l'inizio dell'estate assistendo a uno spettacolo pirotecnico e a quello dei giochi d'acqua, luci e musica della Font Màgica, la suggestiva fontana ai piedi del maestoso Palazzo sede del Mnac.

Sparsi per tutta la città, si trovano eventi e musica dal vivo, ma la vera festa popolare è la cosidetta Verbena, che ha inizio con cenone all'aperto che organizzano i vicini di ogni barrio (quartiere) dopo il calare del sole e che va avanti con falò, musica, ballo e fiesta fino all'alba in spiaggia.

Noi quest'anno siamo solo usciti a fare una passeggiata e, visto che abbiamo poca confidenza con i petardi, non ci siamo avvicinati né alla spiaggia, dove si concentra la maggior parte dei fiesteros (categoria di cui facevamo parte quando eravamo liberi e senza bambino!), né a luoghi affollati, anche perché entrambi diventano praticamente campi minati. 

Il prossimo anno penso di festeggiare la notte di Sant Joan in un paesino della costa catalana, chissà che ci siano meno petardi?

E a voi piace questa festa popolare? Come l'avete passata? Lasciate un commento o contattatemi per pubblicare le vostre esperienze. 

Barcellona dal mare

Barcellona dal mare

Cosa piace di Barcellona ai bambini?

Cosa piace di Barcellona ai bambini?