Tibidabo come e quando

Tibidabo come e quando

Il Tibidabo, come raggiungerlo, quando andarci, come visitarlo con i bambini e sopravvivere all'avventura

Oggi vi racconto le nostre avventure e disavventure al Tibidabo di Barcellona, un parco divertimenti che si trova sul monte omonimo, ai piedi della Chiesa del Sagrat Cor (Sacro Cuore). Per chi viene a visitare Barcellona con i bambini, ma anche per chi ci vive, è un'attrazione da non perdere. Attenzione però, preparatevi prima di avventurarvi fin lassù.

La nostra escursione

Lo scorso lunedì 16 maggio qua a Barcellona era un giorno festivo e, visto che mio figlio era a casa da scuola, mi sono presa la giornata per stare con lui. Avevo tante idee, tante belle cose da fare insieme, ma a decidere ci ha pensato lui: "Andiamo a vedere quel castello?", mi ha chiesto a colazione guardando fuori dalla nostra finestra.

Il Tibidabo in lontananza, dalla nostra finestra

Il Tibidabo in lontananza, dalla nostra finestra

Per una volta che è il bambino a dimostrare l'iniziativa, ho deciso di prendere la palla al balzo e assecondarlo per fare una bella escursione un po' più lontano del solito da casa. La mia idea, però, non era quella di andare al parco divertimenti.  Io volevo andare al "castello", come lo chiama lui, per godere di una vista mozzafiato (che in effetti ho immortalato) e visitare un monumento spettacolare.

Il percorso

Detto fatto, usciamo di casa tutti contenti e armati di panini, acqua, biscotti, frutta, crema solare, ombrello, felpa e giacchetta. Con uno zaino ben imbottito di cui andare orgogliosi insomma.

Per arrivare al Tibidabo, ho fatto l'errore di cercare il tragitto solo su Google Maps anziché informarmi anche da altre fonti e siti web.

Da casa nostra abbiamo preso l'autobus per arrivare a Plaça Catalunya. Da qui abbiamo preso il treno S1 in direzione Sabadell fino a Valvidrera Peu de Funicular, poi la funicolare e siamo scesi alla seconda fermata, che è anche il capolinea, Vallvidrera Superior. Arrivati qua, Google Maps indicava di prendere l'autobus 111.

L'unico problema era la fila di persone infinita davanti a noi. L'autobus passa ogni 30 o 40 minuti circa, quindi o ci si arma di santa pazienza e si fa la fila oppure si cammina fino in cima lungo un percorso di circa mezz'ora. Non ne vale la pena di andare a piedi, penserete, ma visto che le ultime persone che riuscirono a salire sull'autobus erano quelle davanti a noi, ho preferito agire invece di aspettare ancora.

A fine pagina trovate le indicazioni sulle alternative per arrivare al Tibidabo.

Io sono pazza, forse, e ho deciso di camminare. Non ci si può perdere: dalla fermata dell'autobus si sale in linea retta e si segue la strada verso il Tibidabo (non svoltare all'incrocio a destra). Non è stata poi così drammatica, anche se la salita spingeva, per così dire. Il panorama decisamente merita.

Siamo arrivati fino a 3/4 del cammino in circa mezz'ora abbastanza accaldati dal sole di mezzogiorno, ma ancora di buon umore.

Arrivati fin qua, poco dopo l'Osservatorio di Bellsguard, si intravede la ruota panoramica proprio sopra la collina. Sulla destra vi è una biglietteria del Parco divertimenti Tibidabo, ovviamente piazzata lì in mondo strategico. 

Vista su Barcellona dal cammino che porta al Tibidabo.

Vista su Barcellona dal cammino che porta al Tibidabo.

Al parco del Tibidabo

E come evitare di cambiare il mio programma e non accontentare il mio piccolo dopo aver visto il suo volto illuminato dalla sorpresa della ruota panoramica? Diciamo che non sono una mamma che vizia o alla quale piace frequentare parchi divertimenti in generale. Alle mie prime rimostranze, però, avevo già intravisto i segnali di un piccolo cuore spezzato. Insomma, non me la sono sentita di trascinare via a forza mio figlio.

Ci siamo quindi ritrovati in fila per acquistare il biglietto d'entrata a prezzo pieno (10,30 euro circa per il bambino e ben 28,50 euro per me).

Siamo dopo poco entrati con i nostri braccialetti colorati appena messi, equivalenti ai biglietti d'ingresso. Peccato però che avessimo messo i colori sbagliati! Alla cassa non ci avevano indicato quale colore fosse quello per l'adulto e quale per il bambino. Per di più, sui braccialetti la scritta "bambino" è minuscola. Risultato: abbiamo dovuto cercare qualcuno del personale che ci portasse un altro paio di braccialetti e aspettare una ventina di minuti altrimenti avrebbero fatto dei problemi per lasciarci salire sulle attrazioni.

L'entrata al Parco divertimenti del Tibidabo.

L'entrata al Parco divertimenti del Tibidabo.

A questo punto iniziavo a irritarmi: avevo caldo, ero sudaticcia, già stanca e avevo appena speso più del previsto. Soprattutto, iniziavo a rendermi conto che la giornata sarebbe stata lunga e faticosa. Guardandomi intorno notai file chilometriche all'entrata delle attrazione e una folla che occupava ogni passaggio del parco. Infatti, in questa giornata di chiusura scolastica, tantissime famiglie catalane hanno deciso di visitare il Tibidabo. Molte usufruiscono di un abbonamento annuale per cui se tornano due o tre volte risparmiano. Quale giornata migliore per usufruirne? 

Le attrazioni

Ormai rassegnata al destino della giornata, ho cercato di riacquistare il buon umore in fretta e munita di tanta, ma tanta pazienza, sono riuscita a mio figlio su circa 10 attrazioni in tutto. Circa una ogni 45 minuti di fila! 

Secondo me, le attrazioni più belle sono all'ultimo piano chiamato Camí del Cel, anche perché da qui si ha una vista stupdenda di tutta la città di Barcellona. Tra queste: Avió (l'aereo), Giradabo (la ruota panoramica), Carrousel (la giostra). Certo, quelle che garantiscono una scarica di adrenalina sono ai piani inferiori. Ad esempio, le montagne russe (bambini sopra 120cm d'altezza), la giostra Diavolo, la Miniera d'oro, Hurakan e la nave pirata.

Ritorno a casa

Per tornare a casa, non conoscendo le altre opzioni di viaggio e visto che nessuno alla biglietteria ti informa, abbiamo aspettato l'autobus 111 appena fuori dal parco, sulla stessa strada dalla quale eravamo arrivati alla mattina. Di seguito la funicolare e il treno fino a Plaça Catalunya per poi salire sull'autobus verso casa.

Il percorso a ritroso è stato lungo e la nostra escursione è terminata alle 22:00, ora in cui abbiamo messo piede in casa, ormai sfiniti. Ne è valsa la pena? Certo! Ho conosciuto il famoso Tibidabo e visto Barcellona da 500 m sopra il livello del mare, ma soprattutto, mio figlio ha fatto delle nuove esperienze e si è divertito (io un po' meno).


10 Consigli pratici (per evitare una crisi di nervi)

  1. Non visitare il parco in un giorno festivo. Informatevi sulle festività locali prima di avventurarvi fino al Tibidabo.
  2. Pensare prima a quali attrazioni si vogliono provare, non tutte sono accessibili ai bambini piccoli. Consiglio di valutare se acquistare l'entrata generale o solo parziale per accedere a parte del parco (ad es. solo al Camí del Cel).
  3. Acquistare i biglietti d'ingresso online attraverso il sito dell'Ufficio Turistico per ottenere uno sconto.
  4. Munirsi di pranzo al sacco, acqua, snack, crema solare e cappellino.
  5. Munirsi di un cambio o un impermeabile leggero (su alcune attrazioni ci si bagna).
  6. Arrivare presto all'orario di apertura, oppure nel pomeriggio e fermarsi fino a chiusura (appena aperto e verso sera le file si riducono notevolmente). Qui l'orario del Tibidabo che cambia in base alla stagione.
  7. Prestare attenzione al colore dei braccialetti (alcuni sono per bambini e altri per adulti) se si vogliono evitare problemi per salire sulle attrazioni.
  8. Sulla mappa che vi consegnano, leggere la lista di attrazioni consentite per i bambini in base alla loro altezza. Il colore del braccialetto non corrisponde a quello della sezione di ogni gruppo d'altezza indicato sulla mappa. 
  9. Attenzione ai cartelli all'entrata di ogni attrazione che indicano l'altezza minima in base a cui è consentito l'ingresso ai bambini. Prima d'iniziare a mettersi in fila controllare se non si vuole rischiare di farla inutilmente.  
  10. Scegliere i mezzi di trasporto in base al budget, il tempo a disposizione, la comodità.

Come arrivare al Tibidabo

Con i mezzi pubblici (per 1 euro con il biglietto T10)

Questo percorso è il più economico, ma ci si può impiegare anche un'ora e mezza per arrivare al parco, dipende dalle file di gente che aspetta il bus 111.

  • Da Plaça Catalunya prendere il treno S1 in direzione Sabadell fino a Valvidrera Peu de Funicular.
  • Scendere dalla funicolare alla seconda fermata, che è anche il capolinea, Vallvidrera Superior.
  • Svoltando l'angolo all'uscita della stazione si trova la fermata dell'autobus del barri (del quartiere) numero 111 che porta davanti all'entrata del parco.

Con il Tibibus compreso nel prezzo dell'entrata generale (acquisti online)

Se comprate l'entrata al parco chiamata Parc Atraccions Tibidabo dal sito dell'Ufficio turistico, oltre ad avere un 10% di sconto sul biglietto d'ingresso, avrete il Tibibus T2A, un autobus diretto al parco che parte da Plaça Catalunya (davanti alla banca Caja Madrid, all'incrocio tra Plaça Catalunya e Rambla de Catalunya).

Si può anche acquistare il biglietto direttamente sull'autobus per 2,95 euro a persona.

Con il Tram Blau e la funicolare fino al parco (per circa 10 euro solo andata a persona)

Questo percorso è più rapido (circa 30 minuti) e pittoresco,  meno faticoso, ma molto più caro. Se si acquistano i biglietti del parco si ha uno sconto per la funicolare. Ad esempio con il pacchetto Tibidabo Panoramic la funicolare è compresa nel prezzo.

  • Da Plaça Catalunya prendere il treno L7 in direzione fino a Tibidabo. 
  • Di fronte all'uscita della stazione trovate una strada leggermente in salita. Sulla destra vi è la fermata del Tram Blau, un antico tram restaurato che vi porta fino alla fermata della funicolare.
  • Prendere la funicolare fino all'entrata del parco.

Link utili

Sito ufficiale del Tibidabo

Sito dell'Ufficio Turistico

Pacchetto d'ingresso Parc d'Atraccions Tibidabo

Pacchetto d'ingresso Tibidabo Classic

Pacchetto d'ingresso Tibidabo Panoramic


Siete già stati al Tibidabo? A voi come è andata? Condividete la vostra esperienza nei commenti qui di seguito. Grazie!

 

 

Arriva l'estate a Barcellona

Arriva l'estate a Barcellona

5 Musei da visitare a Barcellona con i bambini

5 Musei da visitare a Barcellona con i bambini